Diario per mio figlio, viaggio tra Pma, aborti e vita

 Diario per mio figlio, viaggio tra Pma, aborti e vita
Condividi questo articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi è il BabyLossDay, la giornata in ricordo dei bambini mai nati, dei bambini nati ma volati in cielo e dei bambii nati dormendo.

Un lutto che non trova spazio, un tabù del quale spesso è meglio non parlarne.

ino a qualche anno a nessuno voleva sapere, conoscere, capire cosa c’è dietro un dolore così profondo, frasi come “era piccolo, non pensarci”, oppure “meglio adesso che più avanti”, erano accettate con profondo disgusto ma, in silenzio.

Adesso le mamme e i padri di questi angeli non ci stanno più, hanno alzato la testa e la voce per nome e conto di quei bambini che non possono difendersi raccontando le loro storie.

E così che nasce Diario per mio figlio, la storia vera dell’autrice e del marito che insieme ci portano dentro il loro viaggio di fecondazione assistita, aborti, nascite e rinascite.

SINOSSI: «Hai mai pensato che il tuo possa essere un desiderio egoistico?»«Mettere al mondo dei figli» rispose Eleonora più determinata «è sempre un desidero egoistico. Non sono loro a scegliere di nascere. Noi non lo abbiamo deciso, lo hanno fatto per noi i nostri genitori. Ci hanno voluto e ci hanno messo al mondo e voi lo avete fatto con le vostre figlie. Io non riesco ad avere figli, ma voi, prima di programmare una gravidanza, prima di sapere di essere fertili, avete mai preso in considerazione l’adozione? Avete mai pensato: quasi quasi adotto invece di restare incinta e partorire con dolore? No, non ci avete pensato neanche un minuto, avete voluto un figlio e lo avete fatto. Perché è una cosa normale, è un normalissimo desiderio egoistico. E io? In fin dei conti ho il vostro stesso desiderio e il vostro stesso diritto di avere il mio egoistico figlio.» Diario per mio figlio è la storia vera di una donna che si è battuta contro i propri limiti durante la sua ricerca della maternità. Un percorso di coppia tutto in salita fatto di attese e di dolore, di mancanze, di assenze, di aborti, di date e poi, finalmente, l’arrivo di un figlio.

Raccomandato0Consigli
Pubblicato in Redazionale
previous arrow
next arrow
Slider

Scrivi il tuo commento

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere le migliori notizie in anteprima.

CHAT
Se vuoi usare questa funzione devi loggarti o registrarti